Storia

Bcc Felsinea… che storia!

C’erano una volta, a Castenaso e a Monterenzio due Banche di Credito Cooperativo che avevano storie simili e parallele. Nate entrambe nel 1902, come Casse Rurali ed Artigiane, in oltre cento anni di vita avevano aperto diverse filiali ed erano entrambe banche affidabili e solide. Erano gli Istituti bancari cooperativi di riferimento dei rispettivi territori e operavano in aree confinanti della provincia di Bologna.

Nel 2016 la Bcc di Castenaso e la Bcc di Monterenzio hanno deciso di fondersi e di diventare un’unica banca, più grande e più forte: la Bcc Felsinea. Hanno messo assieme le loro esperienze, il solido patrimonio di cui ciascuna era dotata, le competenze dei loro validi collaboratori. Punto di forza di questa unione è anzitutto nei valori del Credito cooperativo che le due Banche da sempre pienamente condividono. Il forte legame con il territorio, la tradizionale vicinanza alle famiglie e alle imprese, lo spirito comune di solidarietà e di mutualità che le ha caratterizzate negli anni.

Il 1 aprile 2017 è nata ufficialmente Bcc Felsinea. Un Istituto di credito cooperativo che propone al proprio territorio un modo di fare banca dove convivano saggezza e innovazione, centralità dei soci e dei clienti, radicamento nel territorio e sguardo al futuro. Una banca con 15 filiali, che opera su 34 Comuni: 31 in provincia di Bologna, 2 in provincia di Firenze e 1 in quella di Prato. Una Bcc attenta a sostenere lo sviluppo delle famiglie e delle imprese, ad affiancare i giovani e le donne, ad essere un riferimento per le organizzazioni sociali e la scuola.

Bcc Felsinea, fin dalla nascita, ha già i numeri per essere considerata una delle banche più solide della provincia di Bologna.

E la storia … continua!

Foto campagna che storia