Chi siamo

Siamo una Banca di Credito Cooperativo

Essere una Banca di Credito Cooperativo significa innazitutto avere una natura e strategia etica.  Vuol dire trovarsi nelle condizioni di poter essere contemporaneamente responsabili dello sviluppo socio-economico del territorio in cui si opera – senza fini di lucro – autonomi e flessibili, mantenendo però la garanzia di un Sistema.
Noi facciamo parte di questo sistema di banche a responsabilità sociale, ovvero il Credito Cooperativo. Una rete reale che facilita le relazioni, fornisce servizi di base e innovativi, sostiene i progetti della società civile.
Il Credito Cooperativo è in sostanza una banca fatta dall’unione di centinaia di banche locali, con migliaia di sportelli distribuiti in tutta Italia. Ogni banca quindi conosce da vicino la realtà di un preciso territorio e delle storie che lo abitano. In più ha la forza che deriva dall’adesione ad un sistema.

Il Bilancio Sociale e di Missione del Credito Cooperativo
     La Carta dei Valori
La Carta della Coesione
    La Carta della Finanza

Il Bilancio Sociale e di Missione del Credito Cooperativo

La nostra differenza, rispetto le altre banche, si esprime attraverso un valore aggiunto che è dato dai servizi ai soci, dalla soddisfazione dei nostri clienti e dall’utilità alla comunità locale, oltre che per dalla crescita professionale dei nostri collaboratori.

Bilanci d’Esercizio

La Carta dei Valori del Credito Cooperativo

La Carta dei Valori scrive un patto tra Credito Cooperativo e comunità locali: esprime i valori sui quali si fonda l’azione della nostra Banca, la sua strategia e la sua prassi. Racchiude le nostre regole di comportamento e rappresenta i nostri impegni.
I capitoli della Carta dei Valori sono:

– primato e centralità della persona
– impegno
– autonomia
– promozione della partecipazione
– cooperazione
– utilità, servizio e benefici
– promozione dello sviluppo locale
– formazione permanente
– soci
– amministratori
– dipendenti

Scarica la Carta dei Valori

La Carta della Coesione del Credito Cooperativo

La Carta della Coesione del Credito Cooperativo è lo strumento di riferimento per la gestione del rafforzamento del sistema a rete. Si tratta di una cornice valoriale che fissa i principi che orienteranno gli accordi collaborativi tra ciascuna BCC – quindi anche la nostra – e gli altri soggetti del sistema del Credito Cooperativo.
La Carta della Coesione è, dunque, in un certo senso la logica prosecuzione della Carta dei Valori, in quanto declina i valori cooperativi nelle relazioni interne al “sistema BCC”. Perché la BCC possa continuare a contribuire allo sviluppo durevole e partecipato delle comunità locali, infatti, è necessario che le BCC siano sempre più incisivamente ed efficacemente un sistema.
Dunque che la rete sia sempre più di qualità, per accrescere ulteriormente la qualità del servizio ai portatori di interessi della singola Banca di Credito Cooperativo.

Ecco in sintesi i princìpi elencati nella Carta:

– autonomia
– cooperazione
– mutualità
– solidarietà
– legame col territorio
– unità
– democrazia
– sussidiarietà
– efficienza
– trasparenza e reciprocità

Scarica la Carta della Coesione

La Carta della Finanza

Il documento, approvato al XIV Congresso Nazionale del Credito Cooperativo che si è tenuto a Roma dal 9 all’11 dicembre 2011, ribadisce l’’impegno delle BCC-CR nell’’agire economo, civile e sociale, per un rilancio del Paese Italia, esprimendo in dieci punti la “finanza che vogliamo”.
Il documento nasce dal bisogno, per l’’Italia, di darsi una nuova Agenda dello Sviluppo o, meglio, una re-agenda. Occorre, infatti, suscitare una re-azione – una nuova azione – per costruire una fase di crescita complessiva del nostro Paese. Per raggiungere questo obiettivo la finanza ha un ruolo nevralgico, poichè ha il potere di fornire gli strumenti, di includere, di consentire di costruire il domani.
Dare credito, in questo senso, è dare speranza.
La Carta della Finanza libera, forte e democratica ribadisce l’’impegno economico, civile e sociale delle Banche di Credito Cooperativo-Casse Rurali. Nella certezza che nel nostro Paese esistono le energie per ripartire.

Un impegno basato su dieci punti per una finanza diversa, ovvero una finanza che sia:
– responsabile
– sociale
– plurale
– inclusiva
– comprensibile
– utile
– incentivante
– educante
– efficiente
– partecipata.

Scarica la Carta della Finanza